Vediamo le principali motivazioni, e a volte le giustificazioni, dei consumatori rispetto al loro modo di fare acquisti

I motivi per fare shopping non mancano mai, soprattutto in questi tempi dove a qualsiasi orario si può soddisfare il proprio desiderio di fare spese restandosene comodamente seduti sulla poltrona di casa.

Ma quali sono i motivi principali che ci spingono a soddisfare questo desiderio incontrollabile? uno studio ne ha analizzato l'andamento tra i maggiori paesi europei, con risultati davvero curiosi.

C'è chi confessa di aver effettuato acquisti davvero improbabili, articoli stravaganti e persino non necessari, inutilizzabili e a volte addirittura già posseduti.

Le motivazioni quasi sempre delineano una ricerca di appagamento personale: "Me lo sono meritato" e "Avevo bisogno di tirarmi su il morale", sono le spiegazioni più gettonate come i tentativi di giustificarsi motivando l'acquisto superfluo con un'occasione davvero impedibile o con il classico "Non avevo niente da mettermi".

Un altro dato davvero curioso sullo shopping emerge da questo singolare studio: gli uomini a quanto pare apprezzano effettuare acquisti con una compagnia femminile al proprio fianco, soprattutto nei paesi latini dove 4 maschi su 5 prediligono in quei momenti essere accompagnati e soprattutto consigliati dalla moglie, dalla fidanzata o dalla mamma.

A loro volta le donne europee sono più influenzate dalle tendenze e dalle mode rispetto agli uomini, anche se le italiane sono le più determinate preferendo dare un tocco personale ai propri acquisti piuttosto che farsi influenzare dalla voga del momento.

Infine cresce ulteriormente il dato dello shopping online mobile: il 40% circa dei siti ecommerce ricevono traffico da visitatori che utilizzano smartphone e tablet.